Fassone: “Stiamo lavorando per completare il grosso della rosa entro il ritiro. Siamo disposti a tutto per tenere Gigio, ma dipende da lui”

Fassone MTV
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’amministratore delegato del Milan, Marco Fassone, ha tenuto una lunga intervista a Radio Uno trattando numerosi temi riguardanti il club rossonero: “Non storciamo il naso per il preliminare di Europa League. Vogliamo tornare a essere una squadra competitiva e l’ingresso nelle coppe europee era il primo step necessario, anche per ritrovare l’abitudine a giocare ogni tre giorni. Quarto posto o vittoria EL? Sono due strade per arrivare in Champions. Il Milan ha sempre fatto bene in Europa, giocare il giovedì non è facile ma dobbiamo fare uno sforzo mentale per riuscire a fare bene. Mercato? Ci sono valutazioni tecniche che faranno Mirabelli e Montella. Dobbiamo mettere in rosa giocatori d’esperienza abituati a vincere che saranno fondamentali per i giovani. Poi deve cambiare anche la mentalità, perché dobbiamo tornare ad avere l’abitudine alle vittorie. Leggo sempre una girandola di nomi ma non siamo vicini a nessuno. Abbiamo incontrato alcuni club europei, ma non voglio fare nomi. Stiamo lavorando per mettere rapidamente a disposizione di Montella i due terzi o i tre quarti della rosa: puntiamo a comprare entro la prima di luglio. Molto probabilmente arriveranno innesti in tutti i ruoli, per la retroguardia saranno uno o due. Donnarumma? Speriamo di trattenerlo. Non dipende soltanto dal cuore ma anche dal potere contrattuale. Il nostro desiderio è quello di farlo rinnovare e faremo uno sforzo economico. Siamo disponibili a fare di tutto, anche se l’ultima parola sarà la sua. Non vogliamo cederlo, lo scenario è abbastanza improbabile, ma non potremmo comunque permetterci di arrivare al prossimo luglio con il suo contratto in scadenza. Montella resta? La continuità è fondamentale, abbiamo seguito il mister bene dall’esterno prima del closing, poi lo abbiamo conosciuto meglio. È sulla strada giusta e siamo convinti che sia l’allenatore che cerchiamo“.