Milan, una società cinese per aumentare i ricavi: così Li vuole arrivare alle big europee

han-li-yonghong-li-marco-fassone-milan_2qfiomynmha1w86yxe105kru
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Entro un mese verrà costituita una società in Cina (3 manager sono già stati scelti) che avrà il compito di trovare sponsor, sviluppare merchandising e licensing e organizzare, assieme alle istituzioni, tornei giovanili e scuole calcio. Il tutto con il marchio Milan. Lo spiega il Corriere della Sera, sottolineando l’importanza che, tra campo e mercato, la nuova proprietà sta dando allo sviluppo del brand nei mercati orientali.

Lo spiegò, nella conferenza stampa di presentazione, l’ad Marco Fassone: si tratta di un punto fondamentale del piano di sviluppo che è stato pensato dal presidente Yonghong Li per aiutare il Club ad aumentare i ricavi e avere maggiori risorse per il mercato. La nuova società che sarà costituita in Cina dovrà portare il 25% dei ricavi e diventare la quarta voce di entrata dopo stadio, diritti tv e ricavi commerciali.

Progetto ambizioso, indispensabile per tornare a competere con le top europee: il Milan vuole sfruttare le potenzialità della Cina e dei tifosi rossoneri lì presenti.