Piccoli azionisti: costi e numero dei dipendenti alti rispetto a impegni e risultati del Milan

la scala
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

I costi e il numero di dipendenti e tesserati del Milan sono troppo alti rispetto agli impegni sostenuti e ai risultati raggiunti dalla squadra negli ultimi anni: è quanto sostiene l’Associazione piccoli azionisti del Milan, che ha svolto un’analisi comparativa fra il più recente bilancio della Juventus e quello 2016 del club rossonero, che verrà approvato nell’assemblea di domani, con 74,9 milioni di euro di perdita. “La Juve rappresenta il benchmark per il mercato calcistico italiano e questa ricerca serve per fare una riflessione. Presentarla in assemblea è il nostro modo per dimostrare collaborazione alla nuova società in un momento in cui bisogna cambiare passo e programmare“, spiega l’avvocato Giuseppe La Scala, vicepresidente dell’Associazione piccoli azionisti, sempre molto critico con il precedente management. Nell’assemblea, oltre all’aumento di capitale, gli azionisti attendono anche di ricevere i curriculum del nuovo presidente rossonero Li Yonghong e dell’executive director David Han Li.

Fonte: ANSA