Contatti a fari spenti per Gigio: il Milan dà più tempo per trovare l’intesa. E Perin-Neto…

Donnarumma SpazioMilan derby
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Si provano a spegnere i riflettori su Gigio Donnarumma, o quantomeno a ridurre il clamore mediatico maturato intorno alla vicenda del rinnovo del giovane portiere rossonero. Il Milan, infatti, vuole andare incontro alle esigenze del ragazzo, garantendo sì la massima riservatezza, ma proseguendo i contatti sottotraccia per provare a ricucire lo strappo col ragazzo, il suo agente Mino Raiola e la sua famiglia.

L’edizione questa mattina in edicola de La Gazzetta dello Sport evidenzia come dalle intenzioni dei dirigenti di Via Aldo Rossi siano spariti gli ultimatum imposti qualche settimana fa, e si sia capito che le cose vanno fatte coi tempi giusti. Facile si rimandino i discorsi definitivi a dopo l’Europeo Under-21, quando, non prima di qualche giorno di vacanza, Donnarumma dovrà presentarsi al raduno di Milanello del prossimo 3 luglio. Lo farà da giocatore del Milan convinto o con le valigie in mano?

Nel frattempo, ad ulteriore conferma del fatto che la porta con Donnarumma non è stata chiusa del tutto, c’è che il Milan ha fortemente rallentato la ricerca all’eventuale erede del classe ’99. Neto e Perin restano sempre i nomi in pole position, ed accetterrebbero molto volentieri la maglia da titolare, ma il loro casting è per il momento sospeso, in attesa della decisione di Gigio.