Questo Milan fa sul serio: i primi 50 giorni di proprietà cinese ai raggi x

Montella-Fassone-Mirabelli SpazioMilan2
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Simone Basilico è giornalista pubblicista dal 2016. Fa parte dello staff di SpazioMilan.it fin dalla sua nascita, l’8 marzo 2011, e collabora con Sprint&Sport, giornale di informazione sportiva di calcio giovanile e dilettantistico di Lombardia e Piemonte, dal 2015. E’ una delle prime firme del sito, specializzato nel settore giovanile rossonero: ogni weekend sui campi di Primavera, Allievi, Giovanissimi, Esordienti e Pulcini.

Se riavvolgiamo per un attimo il nastro e torniamo indietro di 50 giorni, alzi la mano chi si aspettava, in ordine: tre colpi già a segno ancora prima di giugno, l’epurazione di Bianchessi, il ritorno di Gattuso, un nuovo modo di fare comunicazione e la possibilità di tornare a sognare, di nuovo, sul mercato. Eppure è tutta realtà.

La valutazione dei primi 50 giorni di nuova proprietà cinese nel Milan è ampiamente positiva. La bilancia pende dalla parte delle cose positive e l’ago sarà sicuramente il rinnovo di Donnarumma, ma nel frattempo i primi tre colpi già portati a Milanello sono oro. Partendo da Musacchio: dopo 2 anni in cui al fianco di Romagnoli si alternavano difensori low cost o da 7-8 mln, ora ne abbiamo uno da 18. Un passo in avanti, in attesa del verdetto del campo. Kessie è dinamismo e forza allo stato puro: un Kucka più tecnico. Ricardo Rodriguez è l’incognita: affidabilità e rendimento saranno tutte da valutare. Nel frattempo il responsabile dello scouting ha lasciato Milanello (Bianchessi) e tutta la gestione delle giovanili rossonero è nelle mani di Filippo Galli. Gennaro Gattuso è il graditissimo ritorno di un vecchio cuore milanista e le nuove dirette su Facebook piacciono molto ai tifosi e meno agli addetti ai lavori: è anche questo il segno che si sta lavorando nella direzione giusta.

La ciliegina sulla torta sarà il nome del prossimo bomber a disposizione di Montella. Si sprecano nomi e sensazioni su Alvaro Morata e la porta dello spagnolo sembra essere aperta: sarebbe uno dei quei colpi che richiamerebbe i tifosi all’aeroporto. E chissà le vedove della vecchia proprietà cosa ne pensano…

Twitter: @basilicosimone