André Silva, bello di notte. Ma al Milan serve anche di giorno