Dimmi in che sistema giochi e ti dirò chi sei

Edit Fabrizio Villa
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Tra selezioni maggiori e under 21, sono 12 i rossoneri impegnati con le rispettive nazionali in questo weekend lungo di spareggi e amichevoli. Nella tornata precedente addirittura 17.

Numeri che da soli certificherebbero il valore oggettivo della rosa, anche se è altrettanto evidente che alcuni di essi non stiano rendendo come ci si attendeva.

Giocare nel Milan oggi non è semplice per nessuno. In difficoltà vanno in molti e il contesto del tutto nuovo incide chiaramente parecchio. Ieri sera abbiamo ammirato un Ricardo Rodriguez protagonista con la sua Svizzera, ben al di là del rigore (dubbio) realizzato. Spinta e qualità nei cross, su azione e sui calci da fermo, in una difesa a quattro classica per i quadratissimi elvetici di Petkovic.

Anche Kalinic è stato autore di una buona gara contro i greci. Un rigore procurato, un gol realizzato e uno mangiato, da unica punta, con alle spalle Perisic, Kramaric e Modric.

Insomma, non è un caso che la bontà delle caratteristiche dei nuovi arrivati a Milanello, sia maggiormente visibile all’interno di realtà che conoscono meglio. Pur cercando di guardare oltre l’utilizzo di un modulo o di un altro, la sensazione è che le colpe di un inizio di stagione complicato, siano sistemiche e non da addebitare ai singoli giocatori. Aspettiamo prima di sputare sui 236 milioni spesi.

Twitter: @fabryvilla84