Incredibile a San Siro, Italia fuori dal Mondiale. Ventura via, Bonucci vero leader

Bonucci SpazioMilan
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Non era facile ribaltare il risultato della gara di andata, che aveva visto la Svezia imporsi per 1-0. Soprattutto sotto l’aspetto psicologico, l’Italia sembrava bloccata e le numerose critiche degli ultimi giorni non avevano fatto altro che aumentare la pressione. Le dichiarazioni di un giocatore simbolo della Nazionale, Leonardo Bonucci, erano state molto forti e da vero capitano: “Lunedì servirà la partita della vita. Io ci credo, dobbiamo andare in Russia”. E si perché un Mondiale senza Italia, la seconda nazionale più vincente dopo il Brasile, non può definirsi tale. Oggi si doveva gettare il cuore oltre l’ostacolo. Poco importava la forma, quel che contava era la sostanza. Invece è accaduto l’incredibile a San Siro. Italia fuori dal Mondiale contro la Svezia. Non si va oltre lo 0-0. Ora è crisi profonda per l’intero movimento calcistico italiano. Qualcosa deve essere cambiato, e anche in fretta perché una Nazionale con una storia come l’Italia non può permettersi queste figure. E’ importante evidenziare, ancora una volta, l’importanza dell’allenatore. Ventura non è all’altezza e non ci si può affidare a un ct come lui. Considerando anche che doveva succedere a uno dei più grandi tecnici d’Europa, Antonio Conte.

Leonardo Bonucci ancora uno dei migliori in campo. Anche nel match di andata Leo era stato, sicuramente, il migliore del reparto difensivo. Sempre attento, ordinato e pronto a chiudere le sbavature di Chiellini e Barzagli. Anche oggi impedisce ogni minima giocata a Berg. Diversi anticipi ben riusciti che hanno velocizzato la manovra, nessun errore in fase di copertura e ben posizionato in ciascun momento della partita. Esperienza, personalità e carisma che in match come questi fanno la differenza. Bene anche in fase di impostazione. Molto spesso l’azione parte dai suoi piedi. Prova a adre una mano anche in avanti, ma il risultato non cambia. Leo sta spazzando via, di settimana in settimana, tutte le critiche che gli erano piovute da media e tifosi in quest’inizio di stagione. Dopo essersi preso da vero leader gli Azzurri, ora tocca risollevare il Milan perché lui si che può davvero spostare gli equilibri.

La gara del San Paolo contro il Napoli potrà confermare tutti i miglioramenti di Bonucci in queste ultime giornate. Dopo essersi scrollato di dosso le troppe pressioni e aver ritrovato la fiducia nei propri mezzi, ci si aspetta tanto da lui anche contro Mertens-Insigne-Callejon, uno degli attacchi più forti di tutti Europa. Il capitano rossonero è pronto a prendersi finalmente il ‘Diavolo’ da vero leader come ha sempre fatto. San Siro ha visto per la prima volta il vero Bonucci, ma con la maglia della Nazionale. Ora si aspetta il vero Leo anche con la maglia del Milan.