Montella a Sky: “Da tempo sto guardando da vivo il mio funerale, ma sono fiducioso”

Montella SpazioMilan
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Al termine del match di Europa League di Atene Aek-Milan, è intervenuto il tecnico rossonero Vincenzo Montella ai microfoni di Sky Sport: “A. Silva è un ragazzo giovane, di grande potenzialità e quindi ci sta a volte che si possa sbagliare la scelta ma ha sempre grande volontà, tanta voglia e grandissima potenzialità. C’è tanto da lavorare, la squadra sta migliorando. Qualche settimana fa creavamo molto di più ma subivamo, ora si crea di meno ma si subisce anche di meno. Il secondo tempo è andato molto meglio, c’erano più soluzioni e più movimento, più velocità della palla, ma non è assolutamente una partita semplice per l’intensità dell’avversario, hanno una marcatura a uomo. Il primo tempo così così, il secondo molto meglio. L’attacco le ultime due partite è in crisi, ma solo numericamente, c’è da lavorare ma la squadra è con la testa sul campo, oggi ha anche lottato e nessuno si è tirato indietro. Sono fiducioso. Domenica sarà una partita delicata, ma lo era anche oggi e lo sarà quella successiva ancora. Suso è importantissimo, è da settimane che sta bene anche fisicamente, ma oggi non l’ho voluto rischiare perché aveva un leggero affaticamento ma contro il Sassuolo è probabile che giochi. Non vorrei essere esagerato ma è da tempo che sto guardando da vivo il mio funerale e penso che questo sia un vantaggio perché ti accorgi di tante cose ma in tutto questo la società è vicina, mi sostiene e poi non so quello che potrà succedere. In avanti c’è bisogno di sincronismi, non c’è movimento senza palla, non c’è un tipo di corsa verso il compagno e quando le squadre ci marcano a tutto campo e ci bloccano le linee di passaggio abbiamo qualche problema in più”