SM RELIVE/ Montella: “Il problema è mentale, ma la squadra è battagliera. I nostri risultati non sono gravi”

Montella (SpazioMilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

LA CONFERENZA IN PILLOLE

Sulle motivazioni: “Ho ancora un anno e mezzo di contratto e sono motivato nel portare avanti questo lavoro. Domani vinceremo”

Sul Sassuolo e sugli esoneri: “Penso che domani i giocatori dovranno giocare per il Milan, non per me. Non guardo il futuro. Guardo le foto e sorrido e mi auguro che mi facciate più magro”

Ancora sullo status dei singoli: “Ci sono momenti che i ragazzi sono dispiaciuti per quello che non riusciamo a raggiungere”

Sulla posizione di Rodriguez: “Può fare anche il centrale. Per me è utilizzabile in base alla strategia della partita”

Su Calhanoglu: “E’ sensibile. Vorrebbe incidere subito. Ha enormi qualità. Ci vuole un po’ di tempo. Sono convinto che esploderà”

Sulla formazione: “Devo ancora scegliere”

Sul Milan che non ha effettuato neanche un passaggio in area di rigore dell’AEK:Non abbiamo fatto un buonissimo primo tempo

Su Gattuso: “Rino lo avete aiutato con photoshop, l’ho visto particolarmente dimagrito. E’ anche più alto. (ride, ndr)”

Sulla società: “Hanno difeso spesso il mio operato anche nella figura di Mirabelli. Mi sono vicini”.

Sui risultati: “Non credo che nell’ultimo periodo i risultati si sono aggravati. Abbiamo vinto a Verona e abbiamo pareggiato in Europa League”

Su Borini che sta rendendo di più rispetto agli altri: “Il rendimento di Fabio non ci sorprende. Sapevamo che ci poteva dare tanto e che poteva giocare in tutti i ruoli. E’ un ragazzo che da sempre il 110 %”:

Sulla presenza di Han Li: “Parliamo tanto. Abbiamo avuto modo di approfondire anche quello che sta succedendo”

Sul metro di giudizio: “Preferirei che si guardasse la prestazione che i risultati negativi di questo periodo”

Sull’undici titolare: “Sto facendo meno turnazioni rispetto ad altre volte. Con tante partite è indispensabile cambiare”.

Ancora sulla squadra: “Sta dando tutto. Con il Genoa abbiamo dato battaglia anche in dieci uomini. Con la Juve abbiamo giocato una buona partita”.

Sullo stato di forma dei singoli: “La fotografia della squadra è che si fa fatica in partita. Ma non è l’aspetto fisico. La squadra ne esce sempre bene. In questo momento il problema è mentale”.

Sul Sassuolo: “Non erano in un buon momento, poi hanno cambiato modulo e si sono ripresi. Contro il Napoli ho visto una buona squadra”

L’allenatore sulla graticola:Non sono stanco. Sono concentrato e battagliero. Penso solo a lavorare per il Milan. Sono sereno, mi dispiace per chi mi è vicino che soffre di questa situazione

Sul momento: “Tiriamo tanto ma segniamo poco. La squadra dovrebbe essere più tranquilla”