Uniti per la maglia: quella volta che il Milan cambiò pelle

Champions_League_1994-95_-_Milan_vs_PSG_-_Le_Guen,_Simone,_Bravo
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

20 febbraio 2001. È un martedì di Champions League e il Milan si accinge ad affrontare, al Parc des Princes, il Paris Saint Germain di Anelka e Okocha.

La scelta della maglia per i diavoli è ricaduta sulla seconda, quella bianca, ma, poche ore prima dell’incontro, il magazziniere rossonero è chiamato agli straordinari. Entrambe le squadre hanno, infatti, stampato sulla divisa lo sponsor OPEL e la UEFA non consente, per regolamento, l’uso dello stesso logo.

L’emergenza rientra subito, grazie al pronto intervento degli addetti milanisti, che, per l’occasione, preparano una doppia divisa (bianca e nera) dotata, in via unica ed eccezionale, della scritta CORSA.

La maglia, salvo per lo sponsor, è quella che Adidas ha disegnato per la stagione 2000/01: bianca con bande rosse laterali e lo stemma di Milano ricamato sul colletto.

Il debutto dello sponsor CORSA non è, poi, andato così male, visto che gli uomini di Zaccheroni sono riusciti a strappare un pari in Francia, ma ciò non è bastato per riutilizzarlo.