Il Milan risponde ai giornali: "Puntare il dito sulla dignità è accanimento che trascende l'esercizio di critica"