Tregua: Jack ci salva. La difesa non cambia: acqua ovunque (e non c’entra la neve)

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Finalmente tregua. Arriva in una gelida notte dicembrile la prima vittoria del Milan di Gattuso. Contro il caro Donadoni era vietato fallire, come a Benevento e Fiume del resto. Ma questa volta ai ragazzi è riuscita l’impresa: abbattuto il grande Bologna di Verdi e compagni. E’ triste esaltarsi per certe vittorie, ma viviamo in un’epoca un po’ strana. E un 2-1 al Bologna è capace di farci tornare un briciolo di entusiasmo.

A San Siro non si vede granché. La difesa a quattro non pare aver cambiato più di tanto le cose. I problemi sono sempre gli stessi, con l’impronta di Montella ancora piuttosto evidente: possesso prolungato, difficoltà nel trovare la punta, appoggio costante a Suso. Ciò che preoccupa maggiormente è proprio la difesa. Che sia a quattro o a tre poco cambia: fa acqua da tutte le parti. E non c’entra la neve. Il problema è serio. Perché ieri era il Bologna del buon Destro, che da qualche anno non è esattamente letale. Domani saranno Roma, Inter, Juve, Napoli. E i loro, di bomber, segnano veramente.

Fatto sta: tre gradi in meno e tre punti in più. C’è di buono che Jack è tornato a fare il Bonaventura: concreto, incisivo e decisivo. E probabilmente Gattuso c’entra qualcosa. Perché il Bonaventura dell’ultimo Montella era la controfigura di quello di un anno fa. Lui (Jack) e Suso non possono che rappresentare la base del nuovo Milan. E, perlomeno, è una base di qualità. Ora vediamo di costruirci qualcosa sopra.

 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy