Punto tattico: l'attacco delude, non incide e digiuna ancora

Punto tattico: l’attacco delude, non incide e digiuna ancora

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Sull’attacco

Il reparto avanzato del Milan è rimasto a secco anche nella gara disputata contro il Cagliari. Una vittoria che, come nel caso di Crotone, arriva da un reparto differente all’attacco, in crisi d’astinenza dallo scorso 3 dicembre. L’ultimo gol di un attaccante in campionato è arrivato proprio in questa data, in occasione del clamoroso pareggio maturato a Benevento dove andò a segno Nikola Kalinic.

Suso contro i rossoblu ha offerto una prestazione non di certo degna di nota, ed il suo rapporto con il gol è andato a sgretolandosi, dato che l’ultima marcatura siglata risale al 5 novembre. Discorso simile per Calhanoglu, meno opaco dello spagnolo ma poco prolifico. Promosso invece, anche senza aver messo il pallone in rete, Kalinic, che ha imparato finalmente a sacrificarsi per il suo Milan. L’attaccante croato infatti si è procurato il rigore trasformato da Kessiè ed ha aggiunto un suo tocco personale al secondo gol dei rossoneri, fornendo un ottimo passaggio all’ivoriano atto ad ipotecare risultato e vittoria.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy