Coco: “Montella non meritava di essere il capo espiatorio. Gattuso? Ho fiducia in lui”

Francesco Coco, ex difensore del Milan, è stato intervistato da GazzaMercato.it, dove si è anche soffermato sui rossoneri, analizzando il cambio in panchina tra Montella e Gattuso: “C’è ancora tempo per migliorare. A Montella è stata consegnata una rosa completamente stravolta dal mercato. Molti di questi giocatori sono arrivati durante la preparazione e l’allenatore non ha avuto tempo di educarli a dovere. Si è dovuto paradossalmente adeguare a loro cambiando più volte modulo e questo ha confuso tutto l’ambiente. Non meritava comunque di essere il capro espiatorio di tutto ciò. Vincenzo è un ottimo allenatore che ha fatto bene a Catania, Firenze e anche l’anno scorso quando, con una rosa mediocre, è riuscito ad arrivare in Europa League. Ho fiducia in Rino Gattuso che, con la sua umiltà e grinta, ha da subito saputo toccare i punti giusti invertendo abilmente il rullino di marcia della squadra che adesso sta dispensando ottime prestazioni. La rosa necessitava di fiducia e dialogo. Lo stesso Çalhanoğlu ha detto che “Ringhio” lo sta aiutando tantissimo e non esiste premio migliore per un allenatore”.

Sei qui: Home » News » Coco: “Montella non meritava di essere il capo espiatorio. Gattuso? Ho fiducia in lui”