Edicola rossonera: ora il Milan ha una sua compattezza, un suo senso e un suo gruppo