Nessun stupore dopo la decisione dell'Uefa