La difesa trema: sette gol in quattro partite. La retroguardia alza le mani, il problema è collettivo