Verso Nyon, tra rischi e speranze col miraggio di un Voluntary Agreement