Ibra si allontana. Chi al suo posto?

Ibra si allontana. Chi al suo posto?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Ibrahimovic

La pista Ibra si sta raffreddando. È il gioco delle parti e specialmente quando le parti in questione sono quattro, è logico che la trattativa viva di alti e bassi. Il Milan è in fase d’attesa, vuole aspettare il verdetto della Uefa prima di scoprire le carte, i Galaxy non sono disposti a fare sconti per privarsi del loro diamante, Ibra vorrebbe tornare in rossonero, ma alle sue richieste e Raiola? Il procuratore darà il suo placet al trasferimento solo se il Milan gli verserà una salata commissione. Premesso che il Milan sarà costretto ad investire su un’altra punta, perché la coperta è troppo corta per affrontare tre competizioni, soprattutto alla luce del fatto che Higuain non è al 100% fisicamente, l’identikit è chiaro: serve un usato sicuro per un contratto part-time di 6 mesi, rinnovabile. La ricerca non è semplice.

PERCHE’ IBRA NO– Stiamo parlando di un fuoriclasse, ma è indubbio che lo svedese sia fuori dal calcio vero da troppo tempo, qualcuno nutre perplessità sul suo stato fisico ed inoltre il suo ingaggio andrebbe ad appesantire un bilancio, che è sotto la lente d’ingrandimento dell’Uefa. A ciò si aggiunge che la sua presenza toglierebbe spazio alla stella nascente di Cutrone. Meglio un giovane emergente allora?

PERCHE’ IBRA SI– Ibra ha sempre contribuito in prima persona a far vincere titoli e campionati alle sue squadre, figuriamoci per raggiungere un quarto posto, che mai come quest’anno è di vitale importanza per il futuro del Milan. Vero, con lui Cutrone avrebbe meno spazio, ma è un uomo d’esperienza e di garanzia, da cui lo stesso Patrick potrebbe imparare tanto. Ricordare quanto è migliorato Romagnoli dopo l’anno con Bonucci. Ibra permetterebbe di proteggere e preservare Cutrone dalle critiche, nel caso Higuain dovesse mancare e Cutrone si trovasse a steccare qualche partita. Il numero 63 va tutelato, perché a 20 anni è ancora troppo giovane per caricarsi sulle spalle l’attacco di una squadra come il Milan.

LE ALTERNATIVE-  Se Ibra salta? Si è parlato di Balotelli, altro assistito di Raiola, ma lui stesso sui social ha categoricamente escluso – senza troppi rimpianti da parte dei milanisti – un ritorno. In lizza c’è anche Pato, ma sia la clausola rescissoria di 25 milioni che i dubbi sul suo stato fisico fanno propendere per un altro no. Circolano delle voci su Origi e Sturridge, in esubero dal Liverpool. Comunque, nomi che scaldano poco l’ambiente rossonero. Il Milan farà il possibile per Ibra, il piano B sarà un Mister X.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy