Milan, i tre punti chiave della disfatta di Atene

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Come di consueto, La Gazzetta dello Sport, all’indomani di ogni gara del Milan mette a fuoco i temi che maggiormente hanno inciso sull’esito della stessa.

Stamattina al primo posto, tra gli imputati nel processo iniziato al triplice fischio finale al Karaiskakis, è finita la coppia d’attacco rossonera Higuain-Cutrone. Troppi gli errori sotto porta dei due. Quando il gioco si fa duro, i campioni dovrebbero cominciare a giocare: Higuain non lo ha fatto. Anche questa volta, come in altre occasioni, il Pipita non ha fatto la differenza. E Cutrone,  pur essendosi mosso meglio, gli ha fatto compagnia.

Il secondo punto è forse l’unica nota lieta in una notte da incubo: Ignazio Abate. Alla terza partita da centrale, il capitano temporaneo si dimostra sempre pù sicuro, tanto da permettersi dei lanci alla Bonucci.

Terzo ed ultimo punto evidenziato dalla Rosea è il pubblico del Karaiskakis. È stato senza dubbio il dodicesimo uomo in campo. Come preventivato, ha spinto la squadra dal primo fino all’ultimo minuto di gioco. Con un pubblico così anche le imprese difficili diventano possibili.

SEGUI SPAZIOMILAN SU: FACEBOOK – TWITTER –INSTAGRAM


CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook