Montella a Sky Sport: "Per gli attaccanti avevamo a disposizione 20 milioni. Su Gattuso..."

Montella a Sky Sport: “Per gli attaccanti avevamo a disposizione 20 milioni. Su Gattuso…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Vincenzo Montella, ex mister rossonero, è intervenuto ai microfoni di Sky Sport. Ecco le sue dichiarazioni:

Che cosa rimprovero a me stesso? “È stata sbagliata la comunicazione sin dall’estate, creando aspettative altissime sulla squadra. Avrei dovuto tenere un profilo più basso ma è difficile mettersi in contrasto con le direttive della società. Erano arrivati 11 giocatori nuovi e sarebbe servito del tempo per assemblarli al meglio. Invece anch’io ho assecondato i proclami di scudetto dei dirigenti”.

Ha condiviso l’acquisto di tutti i nuovi arrivi?
Diciamo che ci siamo confrontati su alcuni. Altri li ho trovati ad affare già concluso. Su Bonucci per esempio ho forzato io per il suo ingaggio” .

L’ex ds Mirabelli ha dichiarato di aver trattato Aubameyang, Morata, Benzema e Immobile ma di aver acquistato Kalinic, poi disastroso, su suo input. È vero?
Arrivammo alla fine della sessione di mercato con poche risorse a disposizione per acquistare un regista e un attaccante. Vero è che fummo vicini a Morata e Batshuayi ma poi con 20 milioni di budget era difficile comprare un centravanti più forte di Kalinic”.

Con il senno di poi si pente di qualche decisione?
Razionalmente, a mente lucida, sarebbe stato giusto lasciare dopo il primo anno durante il quale vinsi la Supercoppa” .

Gattuso ha puntato l’indice sulla condizione fisica in cui ha trovato la squadra…
«Quest’accusa mi tocca profondamente sinceramente. Nella gara a Benevento, la sua prima gara, i giocatori corsero più degli avversari. Si fa confusione fra distanza percorsa e intensità. Sfido chiunque abbia messo in dubbio il mio lavoro a un confronto pubblico. Ho allenato in Serie A per 5-6 anni e penso di avere più esperienza di chi ha fatto certe affermazioni”.

Gattuso l’ha chiamata?
No, mi feci vivo io dopo quelle dichiarazioni per digli che stava sbagliando e che aveva esagerato con quelle parole”.

È stato giusto assegnare la fascia a Bonucci?
Gliel’aveva promessa la società che intendeva puntare su un giocatore del nuovo corso. Per quel che mi riguarda telefonicamente gli dissi che si poteva essere capitani anche senza fascia”.

È più forte questo Milan del suo?
Giocatori come Kessie e Calhanoglu sono cresciuti. Higuain è un giocatore di valore assoluto. Eppure resto molto legato al Milan: sono grato a Galliani che mi ha dato fiducia e a Fassone che all’inizio della seconda stagione mi ha confermato sulla panchina. Ho rischiato, valorizzando giocatori come Suso e Cutrone e comunque nel mio primo anno la squadra aveva una sua identità. A un certo punto eravamo anche terzi in classifica”.

Abbiati l’ha accusata di non fidarsi di nessuno.
Considerando la sua intervista forse facevo bene. La verità è che invitavo tutti i membri dello staff alle riunioni tecniche ma lui non si è mai presentato” .

 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy