Auguri Capitano, ma il regalo lo rimandiamo a mercoledì

Auguri Capitano, ma il regalo lo rimandiamo a mercoledì

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

“Mi ispiro a Nesta e a Zidane” disse appena arrivato al Milan, in un’intervista ad un noto giornale sportivo, che gonfiò leggermente le sue parole. Alessio dopo 3 anni e mezzo in rossonero ha messo a tacere tutti gli scettici e a soli 24 anni è già capitano di un club glorioso come il Milan. Oggi si troverà di fronte proprio la sua ex squadra, dove impressionò Mihajlovic, tanto da portarlo a tutti i costi al Milan.

Dal suo approdo in rossonero ha cambiato diversi moduli, compagni, tecnici. Dopo un inizio senza eccellere, la sua crescita, specialmente dalla seconda parte della scorsa stagione, è stata esponenziale. Mancava di carisma e – grazie anche al periodo con Bonucci – ora la sua presenza è imprescindibile: i compagni di reparto sono tranquilli quando Alessio gioca. Elegante, sicuro, abile con i piedi, tatticamente impeccabile e con l’esperienza di quasi 150 partite in Serie A sul groppone, che non sono certo la normalità per un 24enne.

La faccia pulita e la serietà di Romagnoli sono la risposta migliore per cancellare colui che ha indossato la fascia lo scorso anno: i milanisti possono dormire sogni tranquilli. La società ha il mattone su cui edificare il Milan del futuro: niente non è. Caro Alessio, ti auguriamo di festeggiare mercoledì, alzando la prima di tante Coppe, te lo meriti.


CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy