Supercoppa, Twitter Milan scatenato: ecco i migliori

Supercoppa, Twitter Milan scatenato: ecco i migliori

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Sono molti gli spunti che ha lasciato la finale di Supercoppa Milan-Juventus disputata ieri sera a Gedda, e vinta per 1-0 dai bianconeri.

In primo piano c’è la vicenda di Gonzalo Higuain, sul quale Unfair Play scrive che “Higuain potrebbe segnare il goal dell’ex in entrambe le porte“. Non può mancare il tweet di Gene Gnocchi che allude così al prossimo passaggio dell’argentino sotto il Big Ben “Supercoppa. Dopo la sconfitta Higuain consola i compagni: ci rifaremo in Coppa di Lega col Tottenham“.

L’altro tema che la fa da padrona sulla rete è quello del discutibile arbitraggio di Banti, con particolare attenzione all’uso del VAR. Alcuni tifosi l’hanno presa con ironia come ad esempio Andrea Bricchi che prova a dare una sua interpretazione tragicomica della tecnologia dicendo che “Il problema vero è il VAR. Ho una telecamera che inquadra il marciapiede. Pierino e Bagonghi passeggiano insieme. Trovo uno sputo. Vado a vedere le immagini. Ha sputato Pierino. Me ne fotto perchè per me è stato Bagonghi. È semplicemente assurdo e marcio. Punto. Non c’è dubbio“.


Altri tifosi invece, hanno fatto notare la loro amarezza come per esempio
Tahva che si sofferma sulla disparità nelle scelte affermando che “Pestone di Matuidi: neanche giallo. Pestone di Kessie: VAR e rosso. È tutto bellissimo. E io la guardo pure sta cosa che chiamano calcio“. Infine c’è chi proprio non ci sta a subire tutti questi torti in una finale, come il nostro direttore Christian Pradelli che con amarezza riconosce che “Io credo sia stata la più brutta roba vista in 32 anni di vita“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy