Sei qui: Home » Raggi X » Milan, da cinque anni il mese di aprile è un vero incubo

Milan, da cinque anni il mese di aprile è un vero incubo

Si è concluso con la sconfitta di Torino un mese di aprile disastroso per il Milan, che nell’arco di meno di trenta giorni si è ritrovato fuori dalla Coppa Italia e settimo in campionato. Quella relativa al quarto mese dell’anno rischia di diventare una vera e propria maledizioni dalle parti di Milanello, dato che i numeri parlando di un trend altamente negativo.

Da cinque anni a questa parte, infatti, il mese di aprile porta pochissimi punti ai rossoneri: nel 2015, Inzaghi conquistò cinque punti in altrettante partite, lo stesso bottino di Gattuso quest’anno. Peggio fecero solo Mihajlovic e Brocchi, che si alternarono sulla panchina rossonera nel 2016, conquistando la miseria di 4 punti in cinque partite (media 0,8).

LEGGI ANCHE:  Perisic lancia la sfida al Milan: “Ho qualcosa di importante da fare”

Il “migliore” – o meglio, il meno peggio – è stato Vincenzo Montella, che nel 2017 fece sei punti in cinque partite con una media di 1,2, simile a quella del primo Gattuso, che lo scorso anno raccolse sette punti in otto partite (media 1,17)