Tramonta Tare, ora in pista tre nomi. Giorni “caldi” per Giampaolo

Tare1 (SpazioMilan)
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Sembra tramontare l’ipotesi Igli Tare per il ruolo di direttore sportivo del Milan. Secondo la Gazzetta dello Sport, il manager albanese è stato bloccato da Claudio Lotito con un rinnovo alla Lazio fino al 2023 e raddoppio dell’ingaggio. Ora in via Aldo Rossi riparte il casting, che comprende i nomi di Carlo Osti, Giovanni Sartori e Frederic Massara.

Giorni decisivi anche per la panchina. Il nome più accreditato resta quello di Marco Giampaolo, corteggiato da qualche settimana da Paolo Maldini. L’accordo di massima prevede un contratto biennale con opzione sul terzo anno. Come ricorda il Corriere dello Sport, ora manca solo il via libera della Sampdoria, atteso in settimana. Il presidente Massimo Ferrero vorrebbe un indennizzo, quindi servirà ancora un po’ di tempo prima dell’ufficialità.

Ad ogni modo la Samp sembra avere già in mano il sostituto per liberare Giampaolo. Si tratta di Stefano Pioli, vicino ad un accordo coi blucerchiati secondo il Corriere della Sera. L’ex tecnico della Fiorentina sarà ufficializzato una volta liberato Giampaolo verso il Milan.