Cutrone (e soldi) per Correa? Ci può stare, ma poi chi come vice Piatek?

Cutrone (e soldi) per Correa? Ci può stare, ma poi chi come vice Piatek?

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’offerta è concreta: il Milan sta tentando la Lazio del terribile Lotito mettendo sul piatto l’ultimo suo gioiello della cantera – Patrick Cutrone – e 20 milioni di euro per arrivare al Tucu Correa, mattatore nella finale di Coppa Italia – finita appunto a Roma, sponda biancoceleste – e autore al 95′ di quell’1-1 all’Olimpico che stando poi a vedere è costatato la Champions proprio ai rossoneri.

Un’operazione interessante, suggestiva, che rischia però di mettere il Milan nella condizione di mordersi la coda. Ecco perché. Correa è un giocatore dal talento cristallino, finito a Siviglia dopo una stagione a luci ed ombre alla Sampdoria – allenata guarda caso da Marco Giampaolo – dove si è messo in mostra per giocate e tecnica, ma non ha convinto per numeri e scarsa freddezza in zona gol: 3 reti in una stagione e mezza – dribbling e talento quanto vuoi – non sono bastati ad attirare l’attenzione delle big nostrane.

L’esperienza spagnola a quanto pare lo ha formato e quest’anno, con la maglia biancoceleste, si è rivelato giocatore fondamentale e decisivo nonostante un inizio difficoltoso, nell’ombra di Milinkovic-Savic e Luis Alberto. L’argentino poasiede tutte le caratteristiche della seconda punta che piacciono a Giampaolo e che si sposano perfettamente con quelle dell’inamovibile Piatek: rapidità, imprevedibilità e movimento, indispensabile per creare gli spazi che poi polacco dovrà trafiggere come burro.

Correa-Piatek, la coppia c’è. Ma poi chi può sostituire il (nuovo) numero 9? Accantonando momentaneamente le questioni di cuore che legano i tifosi rossoneri al giovane Patrick, è indubbio che – tecnicamente e tatticamente parlando – il Tucu sarebbe più funzionale al modulo del tecnico milanista rispetto ad un altro puntero da area di rigore come Cutrone. Allo stesso modo però, risolto un problema – quello della seconda punta – il Milan se ne troverebbe un altro, rimanendo scoperto qualora al polacco venga il raffreddore. Scambio? Pensiamoci, ma zero conguagli. Anche perché – con le mani legate in sede di mercato – diventa difficile trovare un vice-Piatek a una modica cifra, avendo già versato un bonifico da 20 milioni nelle casse di Lotito.

@RobertoPalmiero

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy