News Milan - Presentata la seconda maglia rossonera

News Milan – Presentata la seconda maglia rossonera

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Come riporta la Gazzetta dello Sport, è stata presentata la seconda maglia rossonera, la mitica e famosa divisa bianca, che ha fatto grande il Milan negli anni con le innumerevoli finali europee e mondiali vinte. I testimonial scelti per mostrare la nuova maglia sono Biglia, Borini, Musacchio, Calhanoglu, Piatek e Reina. Per tutti e sei ci sarebbe grande aria di permanenza in rossonero.

A far da padrone ieri sera sono state le grandi figure di Franco Baresi e Daniele Massaro, glorie del passato rossonero, amati anche all’estero. L’ex capitano e ora ambasciatore rossonero ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport, vicino a lui Mateo Musacchio.

Baresi sulla maglia:È una divisa epica. Ci sono tanti bei ricordi alle spalle. È il nostro portafortuna e resterà sempre nella storia, ha un certo fascino“.

Musacchio sulla divisa: “Bisogna però evidenziare che non è importante poi il colore della maglia, ma lo stemma che c’è sopra quella maglia. Io sono pronto come la scorsa stagione a tutto e voglio onorare questa gloriosa divisa. Al Milan sono molto felice” – 33 presenze stagionali la scorsa stagione.

Su Giampaolo: “Il mister cura molto tutti i dettagli. Sta attento sia alla fase difensiva che offensiva, ha grandissime idee di gioco. È un allenatore che lavora tantissimo“.

Sull’obiettivo: “La scorsa stagione è stata tutto sommato buona. Ora, vogliamo migliorarci come abbiamo fatto negli ultimi anni dal 2017 a questa parte. Il Milan, per come stiamo lavorando, sarà la grande sorpresa del prossimo campionato di Serie A“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy