Lo strano caso di Calhanoglu: trequartista fuori ruolo nel 4-3-3, mezzala nel 4-3-1-2. E Suso e Paquetà...

Lo strano caso di Calhanoglu: trequartista fuori ruolo nel 4-3-3, mezzala nel 4-3-1-2. E Suso e Paquetà…

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Ancora lavori in corso nel Milan, sia dal punto di vista del mercato, che da quello del campo. Ad una settimana dall’inizio del campionato Giampaolo ha ancora tanto da fare e la squadra non sembra essere completa in tutti i reparti.

Qualcosa arriverà dal mercato, per il resto dovrà essere il tecnico a sfruttare i suoi uomini al meglio. Paquetà, Calhanoglu e Suso sono quelli di maggior talento in rosa ma spesso, e a quanto sembra anche ora, sono stati e saranno utilizzati fuori ruolo.

Il numero 10 su tutti. Calhanoglu infatti sembrava potesse finalmente trovare una collocazione congeniale al suo ruolo naturale e alle sue doti balistiche. Un ruolo più vicino alla porta e con i minimi indispensabili compiti difensivi. Con Gattuso spesso giocava da esterno nel 4-3-3 o da mezzala con il compito di tornare in difesa e spezzare l’azione avversaria. Il modulo con il trequartista non era contemplato dall’ex tecnico rossonero o meglio, Calhanoglu non era contemplato nel ruolo di trequartista. Con Giampaolo però molto probabilmente sarà la stessa cosa. Calhanoglu sarà infatti, come nel precampionato, impiegato come mezzala o addirittura come regista in caso di assenze di Bennacer o Biglia. Tutt’altro ruolo rispetto a quello che faceva in Germania o a quello che ci si aspettava potesse fare con Giampaolo.

Caso simile anche per Paquetà. Il brasiliano nasce come mezzala offensiva ma con Gattuso ha fatto vedere che la propensione a tornare e a ripiegare in difesa mostrava dei limiti non indifferenti. Il ruolo di trequartista, con l’avvento del nuovo allenatore, sembrava essere perfetto anche per lui, tutto calcio e champagne brasiliano, ma con una certa qualità negli inserimenti e nella concretezza del tiro in porta. L’idea tattica di Giampaolo però è ben diversa, Paquetà sarà la mezzala di qualità nel centrocampo rossonero che ha fatto spesso vedere lacune in quanto a fantasia e gioco. Anche qui idea diversa dalle aspettative ma che con il tempo potrà portare delle risposte che tutti sperano siano positive.

Il terzo che dovrà ricoprire un ruolo non suo è Suso. Il numero 8 è un esterno puro. Mancino che gioca a destra e rientra sul sinistro a crossare o a tirare. Per anni è stato il punto fermo del Milan e pare essere destinato ad esserlo ancora. Questa volta però in un altro ruolo. Il tanto discusso trequartista dovrebbe infatti essere proprio Suso. A lungo chiacchierato e sul mercato, Giampaolo ha scelto lui come uomo dietro le punte. Suso non se lo è fatto ripetere due volte ed ha ripagato il mister con prestazioni importanti e di livello, sciogliendo tutti i dubbi sul suo conto e facendo vincere, almeno per ora, la prima scommessa a Giampaolo. Sperando che sia la prima di una lunga serie…

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy