News SM - Ansaldi preoccupa, il Torino affonda per Laxalt. I dettagli

News SM – Ansaldi preoccupa, il Torino affonda per Laxalt. I dettagli


Secondo quanto appreso da SpazioMilan, dopo la trattativa saltata con l’Atalanta, Diego Laxalt continua ad essere su mercato e oggetto del desiderio di squadre italiane. Su tutte il Torino di Walter Mazzarri, preoccupato per le condizioni dell’argentino Ansaldi, il quale ha rimediato un problema muscolare che lo terrà fuori sicuramente in occasione del ritorno con il Wolverhampton (preliminare di Europa League) e almeno una gara di campionato, quella contro proprio i neroazzurri di Bergamo.

La proposta dei granata, ora forti sia del delicato momento di mercato sia della consapevolezza di essere in cima alle pretendenti, è la stessa di 2 mesi fa, ai tempi rispedita al mittente da Maldini e Boban: prestito oneroso a 1 milione di euro e diritto di riscatto fissato a 9. Difficile inserire nell’operazione l’obbligo di riscatto, previsto invece nella trattativa con l’Atalanta. Il club rossonero dal canto suo dovrebbe riuscire ad alzare il prezzo dell’eventuale riscatto di un paio di milioni e far pagare l’ingaggio dell’uruguaiano al Torino, che però – attenzione – continua ad avere in Federico Di Marco il suo obiettivo numero uno per la fascia sinistra.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Coordinatore editoriale "SpazioMilan.it": Luca Forte

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy