Rivoluzione rossonera, il Milan cambia modulo di gioco

Rivoluzione rossonera dai vecchi e gloriosi principi

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Giampaolo conferenza

Appunti, intere pagine. La penna di Marco Giampaolo ad Udine scivolava veloce sui fogli del suo Block-notes durante la prestazione insufficiente del suo Milan. Tanti gli spunti, tante le note, una sola conclusione: il Milan necessita di una rivoluzione rossonera. L’uomo intelligente, si sa, è quello che capisce che alle volte è meglio liberarsi delle proprie certezze per inseguire nuove e proficue prospettive. Giampaolo tardivamente lo ha capito sulla sua pelle: il 4-3-1-2 non è il modulo per il Milan, almeno per ora. Ecco perché in questi giorni il tecnico abruzzese ha studiato serie e valide alternative per far rendere al massimo e ricollocare tatticamente i propri giocatori.

In questo senso, le lunghe riflessioni hanno portato ad un ritorno di fiamma con un modulo che ha contraddistinto i passati successi rossoneri: il 4-3-2-1. Il mitico “albero di natale” infatti negli anni Ancelottiani ha portato il Milan a trionfare in Italia, in Europa e nel Mondo. Chiaramente gli interpreti erano ben diversi, tuttavia, le caratteristiche degli attuali giocatori del Milan sembrano adatte al modulo. Gli addobbi del nuovo albero di natale rossonero, infatti, vedranno Bennacer in cabina di regia pronto a dare verticalità alla squadra. Al suo fianco ci saranno due mezzali di corsa e di qualità come Kessiè e Paquetà. La batteria di trequartisti sarà composta, per ora, da Suso e Calhanoglu nell’attesa di Correa. Liberi di svariare, anche sull’esterno, il turco e lo spagnolo dovranno saper agire tra le linee ed essere bravi in fase di ripiegamento.

A completare la squadra, la stella dell’albero sarà il polacco Piatek. Il pistolero, finalmente, ritornerà libero e solo come terminale offensivo e dovrà essere bravo a sfruttare i suggerimenti provenienti sia dalla trequarti che dal centrocampo rossonero. Il ritorno in Europa dovrà quindi passare da un modulo che ha fatto fare la storia al Milan in campo europeo. Questa è la speranza di tutti anche e e sopratutto di chi, come Maldini, è stato protagonista e interprete di quel gloriosi modulo.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy