A Milanello non esistono più le gerarchie: tutti dovranno lottarsi il posto

Una nuova tendenza a Milanello: è quella che si è notata chiaramente sabato pomeriggio nel match contro il Brescia. Nessuna gerarchia, al Milan si gioca in funzione dell’avversario. Marco Giampaolo ha preferito puntare su elementi funzionali al match piuttosto che su quelli più bravi e tecnici, almeno sulla carta. Piatek in panchina a beneficio di Andrè Silva è stato un ragionamento sulle caratteristiche tattiche del Brescia, ma per Giampaolo tutti i giocatori della rosa sono utilizzabili allo stesso modo.

LEGGI ANCHE:  Albertini avvisa il Milan: "Partita da dentro o fuori!", poi il retroscena su Capello

Come evidenzia Il Corriere dello Sport, trattasi di una novità rispetto alla vecchia gestione Gattuso, quando l’undici titolare poteva essere citato a mo’ di ritornello. L’assenza di una vera e propria gerarchia mette i giocatori nelle condizioni di lottare ogni settimana per ottenere la maglia da titolare, uno stimolo in più a fare meglio.

Sei qui: Home » Rassegna Stampa » A Milanello non esistono più le gerarchie: tutti dovranno lottarsi il posto