Bonaventura scalpita e si candida per una maglia

La sconfitta nel derby ha riscontrato non solo poca esperienza nella rosa, ma anche poca personalità. Calhanoglu risultato poco lucido. Paquetà non avrebbe convinto a pieno Giampaolo, per questo motivo, secondo quanto riporta l’edizione odierna di Tuttosport, nelle prossime partite potrebbe rivedere il campo Giacomo Bonaventura, fermo da ormai diversi mesi, causa lesione osteo-condrale del ginocchio sinistro, che lo ha costretto ad operarsi quasi un anno fa.

ESPERIENZA E PERSONALITÀ AL SERVIZIO DI GIAMPAOLO

Jack dal 2014 è sempre stato al centro del progetto, rincuorando diversi allenatori da Inzaghi a Gattuso per il suo attaccamento alla maglia, per la sua professionalità e il suo carisma umile e disponibile. Bonaventura non ha ancora 90 minuti nelle gambe, ma dopo i test estivi è risultato uno di quelli più in forma e il suo contributo in un momento così delicato potrebbe essere fondamentale, giovando anche della sua esperienza, mancata in queste prime quattro partite di campionato.

ULTIMO TROFEO ROSSONERO

Bonaventura è inoltre legato all’ultimo trofeo vinto dal Milan contro la Juventus in Supercoppa italiana, decisivo nei tempi regolamentari con il suo colpo di testa, su assist di Suso e freddo su calcio di rigore, dopo i supplementari.

RINNOVO

Come per Gigio Donnarumma, anche Bonaventura necessita del fatidico rinnovo di contratto. Quello dell’ex Atalanta scade il 30 giugno 2020 e il club rossonero sarebbe pronto ad offrirgli un prolungamento, condizioni tecniche-fisiche permettendo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy