Conti, fra il mistero e la speranza che possa tornare ai fasti dell'Atalanta

Conti, fra il mistero e la speranza che possa tornare ai fasti dell’Atalanta


Terzino destro di spinta nato a Lecco il 2 marzo 1994. Parliamo di Andrea Conti. Conti, il 7 luglio 2017 passò dall’Atalanta al Milan per 24 milioni di euro. Un investimento importante per l’allora dirigenza milanista capitanata dal duo Fassone-Mirabelli, che passarono alle cose formali con il giocatore, facendogli firmare un contratto di cinque anni a 2 milioni di euro l’anno. Il giocatore l’anno precedente si era messo in mostra nel club orobico giocando 35 partite fra campionato e Coppa Italia, impreziosite da 8 gol e 5 assist. Per questo, arrivò anche il debutto in nazionale contro Israele il 5 settembre dello stesso anno. Dopodiché, l’inizio del calvario a causa di gravi infortuni.

Appena dieci giorni dopo da quella che fino ad adesso è l’unica presenza con la maglia dell’Italia maggiore, in allenamento si rompe il crociato anteriore del ginocchio sinistro. È il 15 settembre 2017. Operato il giorno seguente, torna a disposizione sei mesi dopo. A questo punto, la rapida ascesa di Conti, si interrompe bruscamente. Nemmeno il tempo di tornare a disposizione che il 27 marzo 2018, sempre in allenamento, si procura una lesione allo stesso ginocchio, costringendolo nuovamente all’intervento chirurgico. Torna a riassaporare il campo il 22 dicembre 2018 contro la Fiorentina a San Siro, con mister Gattuso che gli regala 7 minuti di gioco. Da li in poi fatica a conquistarsi il posto. Il suo compagno di reparto Calabria, spesso e volentieri gli viene preferito.

Smaltiti – si spera definitivamente – i problemi al ginocchio e svolta tutta la preparazione estiva agli ordini del nuovo mister (Giampaolo), tutti pensavano che Conti sarebbe stato il titolare nel ruolo di terzino destro, ma anche in questo inizio di stagione, le cose non stanno così. A questo punto, non solo la stampa, ma anche i tifosi iniziano a domandarsi il perché Conti non riesca ad esprimere tutte le qualità fatte vedere a Bergamo. Si fa fatica a pensare che Calabria (che di errori in campo ne commette parecchi) sia tecnicamente più forte dell’ex atalantino. Così come si fa fatica a pensare che non sia atleticamente in condizione, visti i due mesi di lavoro – filati lisci e senza intoppi – con Giampaolo. Per questo motivo, la situazione è piena di ombre e si fatica a vedere la luce. Potrebbe essere una questione di testa, nel senso che il giocatore non mette la giusta cattiveria per paura di farsi male nuovamente. Se così fosse, è giusto allora che Andrea faccia la riserva di un suo compagno. Questa però è solo una chiave di lettura della vicenda, e non la certezza. Le certezze intorno al giocatore sono molto poche in questo momento.

La speranza è quella che – dopo sole 15 presenza complessive nel Milan – Conti possa spazzare via il mistero che lo avvolge. I tifosi si augurano questo, e fremono nell’attesa di vederlo “galoppare” sulla fascia. Questo però, deve accadere in tempi brevi, altrimenti a giugno 2020, la società farà delle attente valutazioni sul giocatore. Da queste valutazioni, non è del tutto esclusa l’ipotesi di una cessione (in prestito o definitiva dipenderà dalle offerte che arriveranno), in una squadra dove le pressioni provenienti dall’esterno sono minori.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy