Moviola, Manganiello promosso. Partita nervosa e difficile da gestire

Moviola, Manganiello promosso. Partita nervosa e difficile da gestire

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Manganiello

Partita in archivio ed è tempo di moviola su Verona-Milan. La Gazzetta dello Sport dà la sufficienza (6) all’arbitro Manganiello che ha dovuto gestire una partita complicata e il giornale ha valutato correttamente tutti gli episodi controversi. Si comincia al 21’ quando Stepinski interviene in versione taekwondo su Musacchio. Il direttore di gara prima estrae il giallo, poi viene richiamato al Var da Orsato. Dopo l’on field review, decide di estrarre il rosso diretto, applicando giustamente il regolamento. Nella ripresa la partita si fa nervosa e Manganiello riesce a tenerla sotto controllo. Corretto il fischio anche al 63’ quando il braccio troppo largo di Gunter intercetta il destro di Calhanoglu: rigore corretto. Più controverso il finale. L’intervento di Calabria su Pessina comincia fuori area e l’arbitro assegna la punizione. Qualche dubbio in più sull’effettiva “chiara occasione da gol” che costa il rosso al terzino. 

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy