Energia e qualità: Rebic nel derby chiede spazio

Seguendo la filosofia Giampaoliana riguardo all’entrata dei nuovi acquisti, l’inserimento di Ante Rebic a Verona o addirittura nel derby milanese sarebbe stato impossibile. La priorità per il tecnico abruzzese, infatti, va ai giocatori che hanno avuto un percorso e un lavoro costante per tutta l’estate. Per questo l’inserimento all’inizio del secondo tempo del croato ha destato sorpresa e curiosità. Il croato, nei secondi 45 minuti, ha portato brio e maggiore fantasia al reparto offensivo rossonero contribuendo alla scossa decisiva per il vantaggio.

L’inserimento di Rebic, tuttavia, può essere letto anche in un’altra chiave. In una partita chiusa e priva di idee come quella di Verona, l’imprevedibilità del croato per compagni e avversari è stata una sorpresa che ha messo in difficoltà i gialloblù e risvegliato il Milan. Per questo, a 5 giorni dal Derby non conterà solo il fattore sorpresa ma anche il duro lavoro di Rebic. Il croato dovrà mettersi a disposizione della squadra, capire i dettami tattici di Giampaolo e convincere l’allenatore abruzzese con impegno e intelligenza. In questo senso, quindi, il croato potrebbe e dovrebbe trovare spazio contro l’Inter, squadra che lo ha sedotto e poi abbandonato e che ora può punire con un gol.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy