Sei qui: Home » News » Milan, quanti ballottaggi. Pioli studia la squadra delle alternative

Milan, quanti ballottaggi. Pioli studia la squadra delle alternative

Il Milan di Giampaolo ha mostrato diverse facce, tra tante alternative e cambi forzati ma anche studiati. Il Milan vanta un organico ricco di alternative, valide e che permettono al tecnico di cambiare in corsa. Giampaolo aveva scelto di non avere una squadra di riferimento, nessun titolare. “Gioca chi sta meglio”. Il nuovo tecnico Pioli sta ancora studiando il suo Milan, il modulo e gli interpreti.

DIFESA – Per il portiere pochi dubbi, Donnarumma il primo, Reina il secondo. Un’alternativa più che valida, un panchinaro titolare. Tra i centrali, le alternative sono Duarte e Caldara, rientrato da poco in gruppo. Calabria a destra e Theo Hernandez a sinistra. Le alternative sono Conti e Rodriguez. Il primo comparirà nella lista dei titolari nella gara interna contro il Lecce a causa della squalifica di Calabria.

LEGGI ANCHE:  Pioli può sorridere: arriva una grande notizia per il Milan!

CENTROCAMPO – In cabina di regia, prosegue il ballottaggio tra Biglia e Bennacer. Nel 4-3-3 , Kessie e Paquetà completano la linea in mediana, mentre il jolly Calhanoglu può agire come esterno d’attacco ma anche a centrocampo.

ATTACCO – In attacco Leao è l’unica alternativa a Piatek. I due possono anche giocare insieme, in coppia davanti o con il giovane portoghese esterno di sinistra. L’alternativa a Suso è Ante Rebic, ultimo acquisto del mercato estivo.

Un Milan di alternative, un mix d’esperienza e freschezza.