Un Ibra felice e cattivo per raggiungere nuovi obiettivi

Un Ibra felice e cattivo per raggiungere nuovi obiettivi

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

L’edizione odierna di TuttoSport racconta l’Ibra-Day, che al microfono prima che sul campo si è dimostrato sorridente, ironico, deciso, determinato.

Gli argomenti principali sono stati ovviamente la scelta di vestire rossonero ed il rapporto con i tifosi che dovrà passare da prestazioni, goal e punti. È proprio da qui che passa la voglia di Ibra di giocare col Milan, perchè a questa età non lo si fa più per i soldi, soprattutto se ti chiami Zlatan, ma lo si fa per accettare nuove sfide, migliorare la situazione di questa squadra e avere l’adrenalina giusta, che a 38 anni non è mai facile trovare. Lo svedese ha poi fatto capire che le offerte da parte di altre squadre non mancavano di certo, ma la priorità si chiama solo Milan.

PRONTO E CATTIVO? – Le dichiarazioni di Ibrahimovic mostrano anche una certa sicurezza, non solo per quanto riguarda la condizione “Mi sento abbastanza pronto per giocare”, ma dichiarando di essere ancora più cattivo per trovare la vittoria che non si può raggiungere con delle scorciatoie. Vincere per lui non è solo una questione di trofei, utopia se pensiamo alla posizioni del Milan in campionato, vincere significa migliorare la situazione, aiutare i compagni e cambiare le piccole cose per alzare il livello della squadra

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy