Coronavirus, Biglia: "Il problema è stato sottovalutato. I calciatori non sono immuni"

Coronavirus, Biglia: “Il problema è stato sottovalutato. I calciatori non sono immuni”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Lucas Biglia è stato intervistato da CNN Radio e ha parlato della situazione italiana in questo momento di emergenza per il coronavirus: “Non solo hanno sottovalutato il problema ma non hanno seguito le regole. Siamo arrivati al collasso dove a oggi i medici lavorano senza sosta. Non solo muore la gente col virus, ma anche persone con altre patologie che non possono avere l’assistenza adeguata. Per colpa del coronavirus si mettono da parte altre persone. Il calcio è uno sport nel quale sono in gioco tantissimi interessi ma ora ci sono altre priorità. I giocatori devono mettere la faccia e dire che il calcio va fermato perché non siamo immuni. Preferisco perdere la categoria che la vita“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy