Sconcerti cita Reagan per descrivere Donnarumma

Sconcerti cita Reagan per descrivere Donnarumma

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Il giornalista sportivo, Mario Sconcerti, ha parlato così di Gigio Donnarumma al Corriere della Sera: “Prendere Donnarumma significa risolvere il problema del portiere ad alto livello per quasi vent’anni. Non pensarci più. Per questo lo vorranno in molti, lo vogliono già. E il Milan non ha più stoppino nella candela. Il paradosso di Donnarumma è che non ha storia. Non trovi niente alle sue spalle, troppo giovane. Una sola Coppa, con Montella, quando il Milan battè la Juve ai rigori e lui parò quello di Dybala. Un solo strano record: è stato il giocatore più giovane ad aver disputato il derby. Ha debuttato in Nazionale il primo settembre del 2016 a 17 anni e mezzo. Subentrò a Buffon contro la Francia, prendemmo tre gol. Anche quando Mihajlovic lo mise per la prima volta in campo il 25 ottobre 2015, a 16 anni e 8 mesi esatti, non fu un record. Giuseppe Sacchi aveva debuttato ai suoi tempi 13 giorni prima. Questo piccolo deserto di partenza forse è un vantaggio. Forse vale per lui quello che Ronald Reagan disse degli Stati Uniti quando diventò presidente: abbiamo troppo poco passato per non meritarci un grande futuro. Su Donnarumma penso abbia ragione Reagan“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy