Sei qui: Home » News » Oddo sulla Champions del 2007

Oddo sulla Champions del 2007

Nel corso dell’intervista con Carlo Pellegatti, Massimo Oddo ha raccontato il suo passato al Milan, in particolare la finale di Champions vinta contro il Liverpool nel 2007. Ecco le sue parole:

Su Milan-Celtic, ottavi di finale di ritorno di Champions, inizio della cavalcata vincente: “Era un Milan malaticcio, in campionato stentava molto, quando arrivai non era nelle prime posizioni in classifica. Durante il sorteggio eravamo felici di aver beccato il Celtic, era la squadra teoricamente più abbordabile sulla carta. Andammo a giocare la prima partita in uno stadio meraviglioso, gente che faceva un casino incredibile, non facemmo una gara bellissima, pareggiammo 0-0, rischiando anche di perdere. Al ritorno eravamo convinti di passare il turno ma la gara si rivelò molto ostica, il Celtic ci mise in difficoltà e ci ha portato ai supplementari. Kakà si inventò questo gol, quello fu l’inizio del grandissimo Kakà che ci ha portato fino in finale“.

LEGGI ANCHE:  Milan, rinnovo di Leao più vicino? La notizia che fa sognare i tifosi rossoneri

Sui Quarti di Champions League contro il Bayern Monaco: Fu il mio primo assist in Champions League, credo sia stato il primo gol di testa di Pirlo. Facemmo una buona partita, il Bayern era una grande squadra. L’avevamo quasi sfangata ma poi ci fecero gol a fine partita, già il 2-1 non era un risultato dei più belli in casa giocando il ritorno a Monaco. I due momenti clou della stagione però furono il gol preso al 90′ col Bayern e quello preso al 90′ a Manchester. Con due risultati diversi l’approccio ai ritorni sarebbe stato diverso. A Monaco di Baviera abbiamo giocato una delle più belle partite, in campo c’eravamo solo noi, siamo partiti fortissimi, l’umiltà ha fatto sì che facessimo una partita incredibile, strameritata. Prima dei due gol avevamo avuto già diverse occasioni, abbiamo dominato in lungo e in largo dall’inizio”.