Nuovo stadio: nessun interesse culturale per il Meazza, può essere abbattuto

Nuovo stadio: nessun interesse culturale per il Meazza, può essere abbattuto

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin
Seconda ipotesi stadio Manica-Sportium

L’iter per la costruzione del nuovo impianto milanese continua e nella mattinata di oggi, secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, è arrivata la riposta della commissione regionale al quesito posto dal sindaco Sala.

Il Meazza non presenta interesse culturale” con queste parole la commissione regionale per il patrimonio culturale della Lombardia ha eliminato un ulteriore ostacolo alla costruzione del nuovo impianto.

La commissione ha inoltre aggiunto le motivazioni che sono le seguenti: “Trattasi allo stato attuale di manufatto architettonico in cui le persistenze dello stadio originario del 1925-’26 e dell’ampliamento del 1937-’39 risultano del tutto residuali rispetto ai successivi interventi di adeguamento e ampliamento, realizzati nella seconda metà del Novecento“.

Ad oggi dello storico Giuseppe Mezza resta ben poco, in quanto gli interventi successivi di ristrutturazione sono stati fatti in epoche più recenti rispetto al limite dei 70 anni, quindi non può essere posto alcun vincolo. Inoltre l’idea iniziale di totale abbattimento della struttura è stata scongiurata, a favore di un mantenimento parziale dello storico impianto milanese.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy