Pioli: “Potevamo vincere. Rangnick? Non sono una vittima, amo i ragazzi”

Intervenuto a microfoni di Sky Sport nel post partita di Spal-Milan, Stefano Pioli ha così commentato la prestazione dei suoi giocatori:

Abbiamo approcciato bene, avevamo cominciato bene. Volevamo vincere, abbiamo avuto una grande reazione dal punto di vista caratteriale, ma tecnicamente potevamo fare meglio. Ho ritrovato Leao? Credo si, ma penso che possa fare ancora meglio. Ibra deve ritrovare minutaggio. Le prossime partite? Sono difficili ma allo stesso tempo stimolanti. A fine anno saremo ancora settimi? Rispetto Condò, ma spero si sbagli. Sta sera si poteva vincere, ma comunque alla fine siamo riusciti a portare a casa un pareggio. Il nostro obiettivo non deve essere il settimo posto. Quanto sono fastidiose le voci su Rangnick? Io sto lavorando con passione, serietà perché amo questi giocatori che mi stanno dando tanto. Alla fine vedremo ciò che sarà, a Milanello ora si sta benissimo, non sono ansioso, né una vittima, sono orgoglioso di essere allenatore del Milan. Paquetà? Ha fatto una buona partita, anche se dobbiamo aspettarci qualche giocata più determinante, ha le qualità per essere un giocatore che fa vincere le partite. Saelemaekers? La Spal ci ha concesso molto spazio sulle fasce, la partita l’abbiamo fatta tutta noi”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy