Sei qui: Home » News » Crespo: “Il Milan è una religione. Qualità, gioventù e Ibra, mi piace”

Crespo: “Il Milan è una religione. Qualità, gioventù e Ibra, mi piace”

Hernan Crespo, ex centravanti argentino e del Milan durante la stagione 2004-2005, è tornato a parlare dei rossoneri. Una sola stagione con il Diavolo è servita a Crespo per farlo completamente innamorare della sponda rossonera di Milano. Queste le parole di Crespo ai microfini de “La Gazzetta dello Sport”.

Sul suo rapporto con il Milan: “Il Milan è una specie di religione: agli osservanti e praticanti richiede una dedizione assoluta. Quando gioca il Milan accendo la tv e non voglio essere disturbato, cascasse il mondo.”

Sulla squadra:Questo Milan mi piace e rispetto molto Pioli. Lo conosco molto bene: è disponibile al dialogo e soprattutto ha dato un’identità a tutto il gruppo.”

LEGGI ANCHE:  Niente Botman, il Milan cerca un altro difensore in Serie A: costa 15 milioni

Sulla squadra:Il Milan adesso mi sembra una squadra equilibrata, coraggiosa e piena di entusiasmo. Ibrahimovic? Non si discute, da solo tiene impegnati quattro difensori e questo lascia più liberi gli altri. Però a parte lui Pioli ha rigenerato Kessiè, sta inserendo Tonali e Brahim Diaz, poi c’è Calhanoglu. Qualità, gioventù e Ibra… questo Milan mi piace davvero tanto.”