Robinho, il ministro brasiliano: “Prigione subito”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Dopo il recente accordo di Robinho con il Santos, in Brasile non si parla d’altro. Il fantasista, infatti, sembra abbia violentato una donna a Milano nel 2013. Per la vicenda il giocatore fu condannato in contumacia a nove anni di carcere già nel 2017 e le intercettazioni recentemente emerse, in cui Robinho ammette il fatto ridendo, avrebbero portato il Santos a sospendere subito il contratto.

Sulla questione oggi è intervenuto il Ministro dei Diritti umani e della Famiglia brasiliano Damares Alves. A Globo Esporte, Alves ha chiesto il carcere immediato per l’ex rossonero affermando che “nessuno stupratore può essere applaudito in uno stadio“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook