SM LIVE – Pioli: “Non sono stupito dalla crescita perché ho sempre avuto fiducia nei miei giocatori”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Buon pomeriggio a tutti lettrici e lettori di SpazioMilan.it, siamo pronti a seguire la conferenza stampa di Stefano Pioli in vista del match di domani contro l’Udinese. Ecco le parole dell’allenatore:

Su Dalot che ha detto di essere felice al Milan: “Questo per un mister significa tanto, c’è soddisfazione per quello che stiamo facendo, anche se sappiamo che c’è ancora molto da fare. Significa che ci sono sensazioni positivi e comportamenti giusti, dobbiamo cercare di sfruttare questo entusiasmo, che speriamo arrivi anche ai nostri tifosi. Speriamio che i tifosi possano passare qualche ora spensierata con noi”.

Su Bennacer e sul centrocampo: “Alzare il livello di competitività permette di non subire cali, permette di restare sempre sul pezzo. L’importante è vedere i miei giocatori continuare a crescere e migliorare. Ismael è cresciuto nelle scelte, nel gioco, è un ragazzo motivato e positivo, ha ancora molti margini di miglioramento”.

Se lui è stupito da questo Milan post-lockdown: Stupito no perchè ho sempre avuto molta fiducia nei miei giocatori, speravo in questa crescita, mi piace essere positivo, ma ovviamente nessuno immaginava tutti questi risultati. Doman i l’Udinese sarà un avversario tosto e insidioso”.

Sul trovare la continuità contro Udinese e Verona: “Per noi la partita di domani è la più importante e più difficile, le partite non si vincono mai sulla carta. Ogni partita vale tre punti”.

Sullo scetticismo della critica: “Ognuno può esprimere la propria opinione, noi dobbiamo avere molto equilibrio e molta convinzione. Il calcio è bello perché tutti ne possono parlare, è giusto accettare anche le critiche, ma l’importante è dimostrare che noi siamo competitivi”

Sulla possibile reazione in caso di future difficoltà: “Non mi piace questa mentalità di pensare che un giorno perderemo una partita. Noi dobbiamo pensare che la prossima partita sarà difficile, ma che noi abbiamo le capacità e le possibilità di vincere”

Sulla mancanza di continuità di Leao: “A noi interessa vedere la crescita dei nostri giocatori. Leao sta crescendo, ma non deve accontentarsi perchè può ancora migliorare e fare di più. Bisogna aspettarsi dei miglioramenti, ma anche riconoscere che si sta impegnando”.

Su Rebic: “Rebic ha fatto bene gli ultimi allenamenti, è disponibile e convocato, chiaramente doma i partirà dalla panchina, ma può anche giocare uno spezzone”

Su Gabbia e Musacchio: “Gabbia rientrerà in Europa League, siamo stati molto corti nel reparto difensivo, è bene avere puiù giocatori a disposizione perchè abbiamo molte gare da disputare. Per Musacchio dovremo aspettare la sosta”.

Sull’entusiasmo per lo scudetto dei giocatori: “Se i giocatori sono convinti di essere forti è una cosa buona, ovviamente le parole devono essere accompagnate dalle prestazioni. Noi dobbiamo essere convinti, divertirci e vincere, che i miei giocatori pensino in positivo è importante”

Su Bennacer e Tonali: “Ho sempre detto che ho quattro centrocampisti che possono giocare tutti in coppia, sono giocatori che sanno stare in campo, muoversi e cercarsi”

Sulla non convocazione di Castillejo: “Sta mattina ha avuto un piccolo affaticamento muscolare ed è meglio non rischiare viste le tante partite”.

Su Brahim Diaz: “Sta crescendo tanto, in una prestazione mette qualità, sono soddisfatto.”

Su un possibile trio Rebic, Diaz, Calhanoglu: “Sto pensando a tutto, anche a Saelemaekers e Leao”.

Su Saelemaekers e sul suo consacramento: “C’è la crescita di molti giocatori e questo è un aspetto importante, siamo una squadra giovanissima, i nostri giocatori possono crescere. Bisogna sottolineare i progressi di Saelemaekers, deve essere ancora più efficace in alcune zone del campo, sta crescendo tanto e ha tutte le qualità per essere un giocatore molto forte“.

Se c’è un aspetto tecnico tattico che ti sorprende: “Mi piace quando la squadra dà l’impressione di andare in campo con entusiasmo e idee chiare. Lavoriamo per questo, le strategie cambiano perché cambiano gli avversari ma la squadra sa riconoscere le situazioni. Dobbiamo giocare con convizione e questo mi porta soddisfazione”.

Se questo Milan le ricorda più “Licenza di uccidere” o “Mai dire mai”: “Ho sempre amato Sean Connery. Noi dobbiamo essere una squadra che non si arrende mai, quindi Never say never ci sta”.

Su Gabbia: “Lui è un giocatore molto giovane, ma può crescere ancora tanto, sono soddisfatto del suo rientro e di quello di Duarte“.

Su come sta Ibrahimovic: “Zlatan sta bene, è volenteroso e voglioso di scendere in campo”.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy