Van Basten: "Non sopportavo Arrigo Sacchi, parlava troppo"

Van Basten: “Non sopportavo Arrigo Sacchi, parlava troppo”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on twitter
Share on linkedin

Spesso le autobiografie dei calciatori regalano forti retroscena, se poi si parla di Van Basten, il risultato è assicurato. Lo storico campione rossonero dice la sua su Sacchi e Capello, bravi sì, ma anche “fortunati perché hanno avuto una squadra meravigliosa, che era il nostro Milan“.

“IL NOSTRO MILAN TRA LE MIGLIORI SQUADRE DI SEMPRE”

Nel suo libro, “Il cigno di Utrecht” scrive: “Il Milan di Sacchi e Capello era fra le sei squadre più grandi di sempre, ma Sacchi non lo sopportavo, parlava troppo“. L’autobiografia esce domani in Olanda e già fa parlare tanto.

Van Basten scrive anche: “Con Arrigo Sacchi abbiamo dovuto guardare tanti video; ma in allenamento parlava sempre. Era troppo. Gli dicevo: mister, me lo hai già detto 12 volte. Era un tale fanatico che continuava a raccontare le stesse storie. Era difficile da accettare.

Sottolinea come il pezzo forte di quella squadra non fossero tanto gli allenatori, quanto gli interpreti, tra i più forti di sempre. Per l’ex attaccante, Sacchi e Capello “sono stati allenatori fortunati perché avevamo una squadra meravigliosa. Avevano Baresi, Maldini, Costacurta e Tassotti grandi difensori che sapevano giocare molto bene anche con il pallone”.

Poi Van Basten fa una rassegna personale delle squadre migliori di sempre dove inserisce il suo Milan, l’Ajax del 1972, il Bayern Monaco del 1974, il Liverpool degli anni ’80, fino ai più recenti: il Real Madrid di Ronaldo e il Barcellona di Messi, Busquets, Iniesta e Xavi. Insomma: “non ho intenzione di dire che siamo stati i migliori, ma eravamo tra i migliori“.

CONOSCI SPAZIOMILAN?

SpazioMilan è parte integrante del Nuovevoci Network di cui fanno parte Rompipallone.it, SpazioNapoli.it, SpazioInter.it e SpazioJ.it.

Con più di 4 milioni di follower sui social network il nostro progetto risulta uno dei più seguiti in Italia.

Le ultimissime

Seguici su Facebook

Preferenze privacy