Prima c’è da conquistare definitivamente la Champions, poi si programmerà il futuro

Stefano Pioli Milan
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport analizza la situazione legata al futuro del Milan, che passa inevitabilmente dalla qualificazione alla prossima Champions League, ormai davvero a un passo per i rossoneri.

Non c’è dubbio che la dirigenza del Milan confermerà Stefano Pioli, mai messo in discussione: il contratto del tecnico scade nel 2022 e per questo non c’è alcuna urgenza immediata di discutere il rinnovo. Diversa la situazione, invece, per alcuni calciatori come Donnarumma, Tomori e Diaz. I rossoneri sperano ancora di trovare l’accordo per il rinnovo del portiere, e tra domanda e offerta ballerebbero ormai solo un paio di milioni. Infine, Paolo Maldini si siederà al tavolo con Chelsea e Real Madrid: in caso di qualificazione alla Champions, non ci sarebbero praticamente più dubbi sul riscatto dell’inglese, mentre per lo spagnolo, non essendoci alcuna opzione d’acquisto, bisognerà trattare.