Pioli in conferenza: “Florenzi non ci sarà, vi spiego il motivo”

Alla vigilia della sfida contro lo Spezia Stefano Pioli è intervenuto nella consueta conferenza stampa di presentazione.

SpazioMilan, come di consueto, ne ha proposto la diretta testuale.

Insieme ai nostri tifosi abbiamo più energia e sostegno, le partite si possono complicare ma con la positività si possono aggiustare. Siamo solo all’inizio, domani dobbiamo cercare di giocare nella maniera migliore possibile”.

“Non andiamo a La Spezia pensando all’anno scorso, dobbiamo giocare una partita seria con le nostre caratteristiche”.

“Stanno bene tutti i giocatori, domani è importante. Valuterò le condizioni dei giocatori per schierare la formazione migliore”.

“Ho tanti giocatori di qualità, dobbiamo essere bravi di comandare la partita domani”.

Giroud è convocabile e a disposizione, l’ho visto bene. Pellegri l’ho visto bene, attacca bene la profondità, è un bel giocatore”.

“Da inizio stagione abbiamo avuto solo due infortuni muscolari. Kessie e poi Krunic. Gli altri sono stati affaticamenti, giocando ogni 3 giorni è più difficile recuperarli. Zlatan, Giroud e Bakayoko hanno avuto traumi, Messias sta lavorando sulla condizione“.

“I miei giocatori vogliono vincere, siamo giovani ma mentalmente, a livello di partecipazione la squadra è cresciuta molto. Sappiamo che dobbiamo pensare partita per partita. Abbiamo la convinzione di far bene fino alla fine”.

Il Napoli non ha cambiato niente, ha un allenatore molto preparato, è tra le migliori del campionato. L’Atalanta ha sempre fatto partenze appena più lente. Sarà un campionato combattuto. La mia rosa è di alta qualità, ho molte soluzioni”.

Non è nella nostra idea prendere un altro portiere dopo l’infortunio di Plizzari”.

“A La Spezia il campo è più piccolo, sarà una partita d’intensità. Dobbiamo occupare tutti gli spazi, avere sempre giocatori sempre pronti ad attaccare la profondità. Dobbiamo essere lucidi”.

Domani convocati Calabria e Giroud, Florenzi non ci sarà per un trauma contusivo al ginocchio, speriamo di averlo martedì. Faccio un grande affidamento su di lui”.

Leao è nettamente migliorato per come sta dentro la partita, deve essere però più concreto”.

“È stimolante avere tanti giocatori diversi in attacco. Per loro è motivante, bello perché non è mai monotono. I 5 cambi sono importantissimi. Io metterei il tempo effettivo e time-out. E un’altra regola che mettere per avere un gioco più offensivo è che dopo che si supera la metà campo non si può tornare indietro”.

“Maignan lo abbiamo seguito a lungo, da quando lo abbiamo incontrato l’anno scorso con il Lille. Sono felice di allenarlo, è un giocatore molto scrupoloso. Sta facendo bene, è un piacere il lavoro con lui. L’anno scorso mi piaceva tanto perchè parlava tanto e lo sta confermando anche qui“.

“L’anno scorso a La Spezia non andò bene niente. Dobbiamo cercare di essere squadra dall’inizio alla fine“.

Leao è più determinato, preciso, più voglioso di lavorare per la squadra”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy