Pioli a DAZN: “Ibra non invecchia mai. I nostri sogni sono grandissimi, ma…”

Stefano Pioli è intervenuto, ai microfoni di DAZN, al termine del match che ha visto i rossoneri imporsi per 2-0 sulla Lazio di Sarri. Ecco le sue parole:

Sulla partita: “Bisognava dimostrare che il Milan sapeva giocare bene. Oggi abbiamo messo in campo più qualità di loro e abbiamo vinto meritatamente”

Su Leao: “Leao è già un punto di forza per il Milan per quello che sta facendo. Rafa ha solo 22 anni ed è al terzo campionato in Italia e deve diventare più efficace in zona conclusiva. Il bello di allenare giocatori come lui e Rebic è che hanno caratteristiche diverse ma manteniamo equilibrio. Hanno grande spirito di sacrificio e capacità di adattamento e questo serve per prsoeguire su questa strada”

Su Ibrahimovic: “Ibrahimovic è da 4 mesi che non giocava una partita ed è stato contentissimo di entrare e ha avuto un minutaggio che lo farà stare bene per le prossime gare. Ibrahimovic non invecchia mai e ha una grande passione, è il fuoco che ha dentro. Compete per vincere, si allena sempre al massimo e lo fa con piacere. Quando sei così non senti gli anni che passano”

Su Florenzi: “Florenzi non ha giocato tantissimi palloni ma la sua posizione ci ha dato tanti vantaggi. Proviamo nuove posizioni e siamo stati bravi a trovare i giusti equilibri offensivi e speriamo di essere bravi nelle prossime gare”

Sulla crescita dei giocatori: “Credo che ogni giocatore abbia le sue caratteristiche soprattutto morali e bisogna essere bravi a toccare i tasti giusti. Quando vedi i compagni più esperti che si allenano e hanno vinto e insegnano come allenarti, impari di riflesso. Ho giocatori di spessore come Giroud, Kjaer e Ibrahimovic che ci aiutano tanto.   Mancavano Giroud e Messias che ci darà caratteristiche ci ci serviranno. La mentalità può essere indirizzata dall’allenatore ma i campioni servono e la squadra è viva. Dobbiamo continuare con questo spirito e dovremo affrontare le difficoltà con coraggio. Questa squadra è viva e ogni giorno vuole uscire dal campo con la soddisfazione di aver fatto il massimo”

Ancora sulla partita: “Credo che siamo stati bravi con i due giocatori offensivi ovvero con Rebic e Diaz che hanno lavorato bene in maniera difensiva. Questo ci ha aiutato molto. Sono stati molto aggressivi e c’è stata compattezza e spirito. Ora i ragazzi devono recuperare bene perchè mercoledì ci attende una bellissima sfida

Sui sogni di questa squadra questanno: “I nostri sogni rimangono grandissimi ma dobbiamo sognare di notte e lavorare di giorno per realizzare questi sogni

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy